A cosa serve la link building?

come migliorare il posizionamento di altri nella SERP?

Come fare la link building?

Iniziamo subito a mettere in chiaro una cosa essenziale la link building serve a: ogni link è diverso dall’altro e quindi occorre sceglili in maniera appropriata. In oltre non occorre che i link facciamo riferimento a siti verticali, cioè legate a quello che vai a trattare all’interno dell’articolo.

Se il tuo sito viene linkato da altri siti autorevoli, si dice che l’argomento trattato sposa bene diverse tematiche. Faccio un esempio un sito tratta di salute ad esempio può essere linkato da un sito che tratta di benessere ma anche da altri tipi di siti. A ciò si va ad aggiungere ulteriori fattori come il posizionamento dell’articolo, la frequenza e le autorità e molto altro.

Come fare la link building?

A cosa serve la link building?

il primo passo da compiere è quello di andare ad analizzare il proprio sito e andare a capire quanto i competitor stiano investendo sulla backlink. Di fatti esistono parole chiavi più competitive rispetto alle altre e questa differenza è data dai link collegati che altre aziende hanno già acquistato per i loro posizionamenti. John Muller durante un intervista a dichiarato che che la maggior parte dei casi i link pagati per andare a occupare i primi posti sui i motori di ricerca riguardano l’80%-90% dei casi.

C’è un altro elemento fondamentale per elaborare un efficacie strategia di link building è l’affidamento del sito da cui proviene il collegamento ipertestuale. Per i motori di ricerca i contenuti linkati sono molto positivi per il posizionamento a differenza di usare dei guest post che sono valutati negativamente.

ciò porta una penalizzazione e così il sito linkato, non solo andrà a migliorare la sua posizione ma non otterrà alcun beneficio. per andare a vedere se beneficiare e a cercare le qualità possiamo usare per esempio la SEO zoom.

La strategia per fare Link building.

Per fare una strategia che serve alla link building sono veramente tante con ognuna di esse che ha caratteristiche diverse. Una prima modalità può essere quella di realizzare articoli ottimizzati per andare a determinare la parola chiave, con il fine di andare ad approfondire rispetto la tema di cui si va a parlare nello specifico all’interno dell’articolo e del sito in generale.

un altra strategia che si può rivelare molto utile è quella di andare a variare la frequenza di link follow e nofollow, per andare a garantire un profilo backlink naturale. Inoltre, un altro suggerimento per la tua strategia building è quello di andare a utilizzare delle citazioni, che possono accrescere perché Google le ritiene autorevoli.

I link possono fare la differenza?

Da quello che hai dedotto i link possono fare la differenza e possono portarti facilmente a un traffico organico, in oltre a farti posizionare per keyword che più interessano:

  • testo di qualità: i testi che sono inseriti devono essere ottimizzati per la SEO. testi non devono essere troppo corti e devono essere utile all’utente. Più il testo è di qualità, e migliore sarà il valore del backlink.
  • Tempistica: i link non possono e non vanno inseriti tutti insieme , perché gli algoritmi di Google non sono in grado di capire cosa si sta creando e di andare a manipolare la SERP per i propri interessi.
  • Autorità del Sito: se andiamo a considerare un link proveniente da un sito autorevole, il link avrà un valore maggiore rispetto a un nuovo sito che è poco aggiornato.
  • Posizione: Un link inserito nel primo blocco e molto meglio che se inserito nell’ultima parte dell’articolo.
  • Anchor Text: è molto importante andare a linkare la parola giusta e adatta al contesto. Una parola fuori contesto può essere per Google una parola fuori contesto.
  • IP: la localizzazione del server deve essere collocato è un altro fattore importante se vuoi scalare il ranking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *